Come Lavorare in un Hotel in Spagna

 

Se avete intenzione di lavorare in Spagna, magari facendo un lavoro di tipo stagionale, allora è bene informarsi bene prima di lasciare l’Italia e partire per la terra di Cervantes. Prima di tutto è importante scegliere con cura la destinazione finale, infatti la Spagna è un Paese con un’economia a zona, ciò significa che potete eseguire certi lavori stagionali soltanto in determinate zone. Risulta essere necessario quindi informarsi bene sul tipo di economia sviluppata nelle aree spagnole che si intendono visitare.

Molto importante è anche avere a mente la tipologia di lavoro che si intende effettuare. Sono diverse le opportunità di lavoro stagionale, soprattutto nella citta più grandi e famose, come Madrid, Barcellona, Valencia e Siviglia. Non bisogna anche dimenticare poli importanti di attrazione, come le Baleari, Ibiza e le Canarie. Insomma, le occasioni di trovare lavoro in Spagna non mancano di certo. Ma trattandosi di lavori stagionali, quali sono i periodi migliori per partire per la Spagna?

I periodi migliori per partire e iniziare un lavoro stagionale in Spagna sono senza dubbio l’estate, periodo dove la maggioranza delle strutture turistiche è in cerca di personale per sodisfare le richieste dei turisti che provengono da ogni parte del mondo. Per strutture turistiche intendiamo non solo hotel e ristoranti, ma anche ostelli e organizzazioni di guide turistiche. Quest’ultime stanno diventando sempre più popolari in questi anni.

Prima di partire e scegliere una destinazione informatevi bene non solo sui tipi di lavoro disponibili, ma anche sulle retribuzioni e sul costo della vita in generale.

Se avete intenzione di soggiornare e lavorare per più di tre mesi in Spagna, allora fareste meglio a richiedere negli uffici competenti la “tarjeta de residencia”, una sorta di dichiarazione dei redditi. Se avete comunque qualche dubbio a livello burocratico, potete sempre telefonare o recarvi di persona al consolato spagnolo in Italia per chiarire tutti i dubbi a riguardo.

Secondo alcuni recenti dati statistici, gli italiani in Spagna sono parecchi, e soltanto a Madrid se ne contano più di 35mila. Tra questi ci sono lavoratori, studenti o persone che sono partite per la Spagna con l’intento di studiare la lingua e successivamente si sono trasferite in maniera permanente.