Agenzie per la Somministrazione di Lavoro – Cosa Sono

 

Le agenzie per la somministrazione di lavoro, dette anche agenzie per il lavoro o ex agenzie di lavoro interinal, sono delle società che lavorano in parallelo ai centri per l’impiego (CPI) ma con due grandi differenze

le agenzie sono private mentre i CPI pubblici

l’iscrizione presso i CPI è una soltanto (nel CPI del proprio comune o in quello più vicino) mentre è possibile iscriversi a qualunque agenzia per il lavoro che sia presente nel territorio italiano ma anche europeo o mondiale.

A cosa servono le agenzie per il lavoro
Le agenzie per il lavoro sono nate per rispondere a due forti richieste del mercato:

da un lato le aziende che hanno preferito delegare a terzi l’oneroso compito di effettuare il primo colloquio conoscitivo e, quindi, la prima selezione;

dall’altro, invece, una più facile e veloce ricerca di lavoro da parte dei lavoratori che in questo modo hanno più possibilità di trovare il lavoro ideale o quello più consono alle proprie capacità e competenze.

Come funzionano le agenzie per il lavoro
L’agenzia (somministratore), diffonde i propri annunci attraverso diversi media in modo che i lavoratori la contattino. Una volta valutati i candidati e raccolte le informazioni necessarie, decide a quale azienda (utilizzatore) proporre il/i candidato/i. L’utilizzatore, a sua volta, acquista dall’agenzia il diritto a utilizzare, dirigere e controllare il lavoratore.
Il lavoratore, quindi, viene assunto e pagato dall’agenzia di lavoro e non dall’azienda in cui lavora; per cui in realtà è un dipendente dell’agenzia.

I contratti tra lavoratore, azienda ed agenzia
L’azienda nella quale il lavoratore si troverà a svolgere la sua mansione, stipula con l’agenzia un contratto di fornitura in cui vengono riportati tutti i dettagli del servizio che l’agenzia può offrire sia all’azienda che al lavoratore. Allo stesso tempo, l’agenzia fornisce il contratto di prestazione al lavoratore, in cui viene espresso chiaramente che egli è dipendente dell’agenzia stessa ma presta lavoro in una ditta/azienda utilizzatrice esterna.

Quindi vengono stipulati due diversi contratti:

il contratto di somministrazione di lavoro stipulato tra somministratore (agenzia) e utilizzatore .

il contratto di lavoro stipulato tra somministratore e lavoratore.

Le assunzioni sono prevalentemente a tempo determinato.
Il lavoro somministrato sostituisce quello interinale, per effetto del D. lgs. n° 276 del 2003, artt. da 20 a 28, sulla base della legge delega n° 30/2003 (legge Biagi).

Allo scadere del contratto, l’azienda potrà decidere se assumere direttamente il lavoratore oppure terminare la collaborazione con voi e l’agenzia di lavoro. L’agenzia avrà assunto la funzione di tramite, ma da quel momento in poi non avrà più parte nell’eventuale rapporto tra azienda e lavoratore.

Differenze tra lavoro interinale e somministrato
Rispetto al lavoro da agenzia interinale, la legge sul lavoro somministrato (cosa molto discutibile) concede (solo) alcuni vantaggi alle aziende: è sufficiente infatti che la stessa dichiari una necessità legata a una “ragione di carattere oggettivo” per poter beneficiare di lavoratori a prestito senza limite sul loro utilizzo, anche solo per svolgere l’ordinaria attività aziendale. In questo modo il lavoratore si troverebbe ad essere assunto in maniera simile ad un tempo indeterminato, dato che il suo contratto potrebbe recede in qualsiasi, e comunque resterebbe ugualmente assunto dall’agenzia e non dall’azienda.

Condizioni di lavoro
Con queste modalità di assunzione, il lavoratore opera presso l’azienda che per tutta la durata del contratto ne assume la direzione ed il controllo, con possibilità di utilizzazione in appalto e di distaccamento presso altre strutture, proprio come avverrebbe per un qualsiasi altro dipendente assunto.
L’azienda non assume tuttavia il potere disciplinare, che rimane riservato all’agenzia, al quale però l’azienda può comunicare eventuali avvenimenti che possono costituire oggetto di contestazione disciplinare.
Al lavoratore spetta una retribuzione non inferiore a quella dei lavoratori dipendenti, e ad agenzia e azienda spettano gli obbligati alla corresponsione dei trattamenti retributivi e previdenziali.

Altre funzioni delle agenzie
Le agenzia per il lavoro si occupano anche di

selezione del personale;

amministrazione di lavoratori;

erogazione di corsi di formazione di base e/o professionali;

stipulazione di contatti commerciali con aziende del territorio di interesse.

Il ruolo è quindi importante.