Cosa Sono i Prestiti Ricaricabili

 

I prestiti ricaricabili si configurano come una linea di credito che consente di avere a disposizione una piccola somma di denaro sul conto corrente, da utilizzare a proprio piacimento.

Una volta utilizzata in tutto o in parte la somma disponibile, questa viene rimborsata in piccole rate mensili che andranno a ricostituire la linea di credito stessa, con la possibilità di effettuare nuove spese.

Viene prevista contrattualmente una rata minima mensile di rimborso del debito, spesso pari a 30 euro al mese: se il cliente versa regolarmente tale rata minima la linea di credito resta attiva a tempo indeterminato, mentre versando una rata superiore si innesca il processo di ricarica della linea stessa.

Le principali caratteristiche dei prestiti ricaricabili sono

importo limitato nell’ordine di 5.000 euro
erogazione in tempi molto rapidi, generalmente entro 48 ore dall’approvazione del finanziamento
erogazione diretta su conto corrente tramite bonifico
rimborso mensile a tasso fisso
nessuna spesa iniziale, di istruttoria e di gestione della pratica di finanziamento
interessi calcolati solo sul credito utilizzato e non sull’ammontare complessivo della linea di credito
Il fatto che gli interessi passivi siano applicati solo alla parte utilizzata della linea di credito rende il prestito ricaricabile conveniente e flessibile, adatto per esigenze di spese impreviste o acquisti personali di beni e servizi. Le rate di rimborso inoltre sono limitate a poche decine di euro al mese, quindi configurano il prestito come un acquisto rateale, con un meccanismo identico a quello della carta di credito revolving, ma senza i costi e le quote associative connesse.

Inoltre, la linea di credito è a tempo indeterminato, a patto che il cliente mantenga il proprio impegno a rimborsare il prestito tramite la rata minima costituita da una quota interessi e una quota capitale.

Diverse offerte presenti sul mercato consentono di associare al prestito ricaricabile una copertura assicurativa a tutela del credito, utile nel caso in cui degli imprevisti facciano temporaneamente venir meno la capacità di rimborso del debitore.