Carta Rendimax – Opinioni e Caratteristiche

 

La carta Rendimax è una carta di debito che tutti i clienti del conto deposito Rendimax di Banca Ifis possono richiedere gratuitamente e non ha un canone annuale .

La carta Rendimax è agganciata al conto di deposito Rendimax, quindi quando si utilizza la carta per pagare o per prelevare l’importo viene scalato contemporaneamente dal conto deposito.
Il circuito della carta Rendimax è PagoBancomat, può essere utilizzata per prelevare denaro da ATM e per pagare gli acquisti nei negozi convenzionati con il circuito della carta. Per utilizzare la carta all’estero si deve chiedere l’attivazione del circuito internazionale Cirrus e Maestro. Il limite di pagamento mensile è di €5000, il limite di prelievo giornaliero in Italia è di €500 e €2000 mensile, all’estero è di €250 giornaliero, €2000 mensile. 5 prelievi al mese in Italia a Unione Europea sono gratuiti, dal sesto in avanti si paga €2 .
Il costo di sostituzione della carta è di €5, il blocco della carta è di €0.

Il conto deposito a risparmio è un conto di deposito remunerato, dove si possono effettuare operazioni di versamento o prelievo verso un conto corrente predefinito. Il conto deposito può essere libero o vincolato, se libero il tasso d’interesse è più basso, ma in qualsiasi momento il cliente può richiedere il denaro depositato sul conto. Se vincolato il tasso d’interesse è più alto, ma si dovrà attendere la scadenza del vincolo per prelevare il denaro . Il tasso d’interesse varia in base alla scadenza del vincolo, più la durata del vincolo è lunga più sale il tasso d’interesse.
Sugli interessi maturati la ritenuta fiscale è del 27%.

Generalmente il conto deposito non ha costi, si paga solo l’imposta di bollo, ma alcune banche non fanno pagare nemmeno l’imposta di bollo. In questo periodo grazie all’ultimo rialzo dei tassi da parte della BCE, nel mese di aprile. si possono trovare conti deposito che pagano un tasso d’interesse annuo che va da un minimo del 2% lordo ad un massimo del 3,50% lordo. In ogni caso al netto non battono nemmeno l’inflazione.