Piccoli Prestiti – Significato e Definizione

 

A volte capita che si abbia bisogno di Piccoli Prestiti e le possibilità proposte, sono varie.
Per Piccolo Prestito, si intende l’accesso ad una somma di massimo 5.000 euro ed in genere, questi, vengono erogati rapidamente. La restituzione avviene, in linea di massima, entro tre anni.

Data la piccola somma, questi prestiti vengono classificati come prestiti non finalizzati; ovvero si accede al denaro senza dover giustificare le spese sostenute.
Ovviamente, se le spese che vengono sostenute possono essere documentate, il prestito può essere richiesto anche tra quelli finalizzati. Un prestito finalizzato può essere l’acquisto di un computer, oppure l’iscrizione ad un corso o anche un viaggio.

Tra le varie possibilità che si trovano in circolazione, esistono i prestiti personali, la possibilità di accedere alla “cessione del quinto” oppure le carte revolving.
Le carte di credito revolving sono una valida alternativa per avere della liquidità, caricata direttamente su una carta di credito.
Questa carta si usa come una normale carta di credito e si possono fare normali acquisti. La cifra che viene richiesta, è rimborsata a rate mensili direttamente prelevate dalla carta.

Risulta essere uno strumento comodo, anche se i tassi di interesse passivo applicati, sono piuttosto alti ed oscillano tra il 14% ed il 20%.
Scegliere l’opzione migliore per accedere ad un piccolo prestito, varia in base alle possibilità di restituzione.